Scopri i fattori di rischio per i disturbi gengivali

Tempo di lettura per questo articolo: 10 min

I disturbi gengivali vengono spesso individuati troppo tardi

poiché la parodontite tende a svilupparsi senza sintomi evidenti; il dentista può però identificarne i primi segni già dallo stadio iniziale.

Fattori e gruppi di rischio

Alcuni fattori di rischio aumentano la probabilità di sviluppo e progressione della parodontite.

Fumo

Diabete

Gravidanza

+40 anni

Stress

Ipertensione

Fumo

I fumatori soffrono di parodontite con una frequenza da 2,5 a 6 volte superiore rispetto a chi non fuma. Il disturbo si sviluppa generalmente in maniera più seria e le probabilità di buona riuscita dei trattamenti e guarigione sono più basse.

Diabete

Con un aumento dei livelli di glicemia nel sangue, il sistema immunitario reagisce in maniera più aggressiva all'attacco della placca batterica che si deposita sul margine gengivale. I soggetti diabetici corrono un rischio tre volte superiore di sviluppare disturbi gengivali.

Gravidanza

Durante la gravidanza i livelli ormonali nel corpo subiscono alterazioni, provocando cambiamenti nelle gengive a livello morfologico e fisiologico che fanno aumentare l'inclinazione all'infiammazione gengivale e alla parodontite.

+40 anni

I disturbi gengivali possono insorgere a qualsiasi età, specialmente in presenza di altri fattori di rischio quali fumo o diabete. Tuttavia, il rischio di parodontite aumenta considerevolmente con l'età, come dimostrano alcuni studi sull'incidenza dei disturbi gengivali.

Stress

Le situazioni stressanti hanno ripercussioni sulla salute delle gengive. Inoltre, le persone sotto stress psicologico spesso non si prendono cura adeguatamente della propria igiene orale, favorendo ulteriormente l'accumulo di placca dentale e, di conseguenza, l'infiammazione dei tessuti gengivali.

Ipertensione

Alcuni farmaci utilizzati per il trattamento dell'ipertensione (ad esempio, nifedipina, amlodipina, nitrendipina) possono causare la crescita delle gengive. Possono favorire la formazione di placca batterica e rendere più difficile la cura dei denti.

I problemi gengivali si riconoscono in tempo!

L'infiammazione delle gengive (gengivite) è solitamente causata dai batteri della placca. Uno dei sintomi è il sanguinamento delle gengive. Se la causa non viene trattata, cioè se i batteri della placca non vengono rimossi a fondo, può insorgere una gengivite cronica. Se non viene trattata, l'infiammazione può progredire, distruggere l'osso mascellare e persino portare alla perdita dei denti.

Test online

Scopri quanto sei a rischio di sviluppare problemi gengivali.

Vai al test

Una gravidanza cambia molte cose, anche le gengive.

Il cambiamento ormonale allenta i tessuti della mucosa orale e aumenta l'afflusso di sangue alle gengive, che spesso si gonfiano e sanguinano. I batteri della placca hanno quindi vita facile e possono causare l'infiammazione delle gengive (gengivite). Da qui i processi infiammatori possono irradiarsi in tutto il corpo, compreso quello del bambino.

La gengivite è pericolosa per il bambino?

Alcuni studi hanno dimostrato che una gengivite non trattata può aumentare il rischio di parto prematuro e di basso peso alla nascita. Pertanto, è necessario prevenire, individuare e trattare tempestivamente la gengivite.

Un'infezione gengivale si risolve da sola?

Con il tempo, l'infiammazione può estendersi al parodonto (parodontite). Il tessuto connettivo e l'osso si rompono. Con un'attenta igiene orale e un dentifricio che combatte la causa della gengivite, è possibile proteggersi preventivamente.

La cura delle gengive è la cura della propria salute

Il diabete può cambiare molte cose, comprese le gengive: il flusso sanguigno alle gengive si riduce e i meccanismi di difesa si indeboliscono. Se si sviluppa una gengivite, l'infiammazione può diffondersi in tutto il corpo e colpire diversi organi. Un sistema di igiene orale adeguato - dentifricio, spazzolino e collutorio - è quindi l'elemento fondamentale. Il rischio di parodontite aumenta di tre volte nelle persone affette da diabete. Inoltre, una malattia del cavo orale può avere un effetto negativo sul controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Una parodontite non rilevata o non trattata può influire negativamente sulla gravità e sulla controllabilità del diabete. Oltre a un buon controllo della glicemia, una buona salute orale è particolarmente importante per le persone con diabete.

1

Pulisci: Spazzola i denti 2 o 3 volte al giorno per 2 minuti con uno spazzolino morbido.

Spazzolino meridol® morbido

Pulisce a fondo e protegge le gengive.

2

Rafforza: Previeni la placca e il sanguinamento delle gengive.

dentifricio meridol® Protezione Gengive

Fornisce un effetto antibatterico e combatte il sanguinamento gengivale.

3

Proteggi: Sciacqua con un collutorio antibatterico dopo aver lavato i denti o tra un lavaggio e l'altro.

Collutorio meridol® Protezione Gengive

Combatte il sanguinamento e l'infiammazione gengivale.

I nostri dentisti raccomandano

o

Cerchi il prodotto giusto per le tue gengive?

Fai il nostro test per la salute delle gengive e scopri quello più adatto alle tue esigenze

Fai il test

Tutto sulla salute delle gengive